"Loading..."

Il mal di testa è quella fastidiosa presenza che stravolge la vita

Il mal di testa è quella fastidiosa presenza che stravolge la vita

Disturbo piuttosto diffuso a livello globale, il mal di testa è caratterizzato solitamente da una sensazione dolorosa che si risolve in poco tempo (da trenta minuti a qualche ora). Quando però diventa cronico, associato a sintomi più gravi e fastidiosi, è in grado di stravolgere completamente la vita, limitandone la qualità e riducendo la produttività sul lavoro e nello studio.

Tipologie di mal di testa

Presenza costante in grado di stravolgere la vita, il mal di testa non è uguale per tutti e le cause sono perlopiù differenti. Ti sarà di certo capitato di avere un episodio di cefalea a seguito di una situazione più o meno stressante o di rabbia repressa. In tal senso, infatti, i muscoli del collo si irrigidiscono creando quella tensione che genera dolore. Una postura scorretta, trascorrere diverse ore alla scrivania davanti al computer, bruschi movimenti del capo, cambiamenti ormonali e climatici sono altre possibili cause legate al mal di testa. Ma quante tipologie ne esistono?

Si parla di cefalea a grappolo quando le crisi sono regolari e ravvicinate. Il dolore è lancinante accompagnato da lacrimazione, naso chiuso o che gocciola e arrossamento degli occhi.

La cefalea di tipo tensivo è il classico mal di testa da stress, mentre per emicrania si intende un dolore pulsante ad un unico lato della testa. I sintomi fastidiosi possono avere una breve durata oppure protrarsi fino anche a diversi giorni. Sono frequenti in soggetti predisposti e chiaramente possono limitare la qualità della vita.

In che modo il mal di testa può condizionare e stravolgere la vita?

In base alle cause scatenanti, alla sua intensità e alla violenza con cui si manifesta, il mal di testa può limitare la qualità della vita interferendo con i rapporti interpersonali. Non sono pochi i casi in cui coppie apparentemente ben consolidate sono giunte alla separazione. In molti rinunciano all'intimità a causa della cefalea, ma non sono rare le situazioni in cui vengono compromessi anche i rapporti con gli amici di vecchia data.

Il dolore intenso, accompagnato da disturbi più o meno significativi, può impedire lo svolgimento delle normali attività lavorative e di studio, interferendo con la concentrazione, impedendo di rimanere focalizzati sui propri interessi e sui propri bisogni, comportando una conseguente perdita di produttività.

Secondo alcune ricerche effettuate dall'OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, diversi pazienti affetti da mal di testa hanno perso il posto di lavoro oppure sono stati costretti ad abbandonarlo. L'emicrania e la cefalea, quindi, indipendentemente dalle cause, non sono da trascurare.

Come trattare il mal di testa alla comparsa dei primi sintomi: i consigli dalla tua farmacia

Riconoscere le tipologie e i sintomi del mal di testa è importante per ridurre gli episodi e la violenza con cui si manifestano, in modo da poter vivere più serenamente la quotidianità. In tal senso, potresti rivolgerti al tuo farmacista per un buon antidolorifico (paracetamolo e ibuprofene sono molto efficaci). Intervieni immediatamente sulle cause scatenanti come cattiva alimentazione, postura scorretta, stress e nervosismo. Arieggia con regolarità gli ambienti evitando la formazione di aria viziata e cerca di dormire almeno 8 ore per notte.

Rivolgiti al tuo medico di fiducia se il dolore si presenta in forma improvvisa e molto violenta, non passa nonostante tutti gli accorgimenti e l'assunzione di un antidolorifico. Richiedi un consulto quando il disturbo è associato a un trauma cranico recente, avverti contestualmente debolezza, difficoltà a parlare, confusione mentale, febbre e irrigidimento del collo.