"Loading..."

Vivi con stanchezza e sonnolenza tutti i giorni? Scopri come curare la letargia

Vivi con stanchezza e sonnolenza tutti i giorni? Scopri come curare la letargia

Ti senti sempre stanco, assonnato, fai fatica a concentrarti e l'unica cosa che vorresti fare è adagiarti sul letto a riposare?
Non trascurare questi sintomi e non ascoltare chi ti dice che non hai voglia di far nulla, esiste una sindrome chiamata letargia di cui potresti essere vittima.

A seguire una guida completa su cos'è la letargia e alcuni consigli utili su come curare la stessa.

La letargia: caratteristiche

Se hai continuamente sonno, ti senti debole , hai il tono muscolare particolarmente rilassato potresti soffrire di letargia, uno stato cronico di stanchezza che non dipende da una notte insonne, ma è il frutto di combinazioni ben più importanti.
La letargia può assumere diverse gradazioni ed essere tale addirittura da indurti al coma, ragion per cui è importante una diagnosi preventiva e una cura adeguata.
La letargia è dovuta a patologie collegate che possono riguardare il sistema nervoso, circolatorio, glicemico del sangue o, o nei casi più gravi la presenza di conformazioni tumorali.
A favorire la letargia può essere anche un tuo stato d'animo transitorio come una depressione.

Neurologo: come avere una diagnosi di letargia

Se avverti un senso costante di stanchezza e sonnolenza che potrebbe far pensare ad uno stato patologico è opportuno che tu ti rivolga ad uno specialista del settore come lo è appunto un neurologo, specialista nel settore del sistema nervoso.
Il neurologo è in grado di comprendere le cause e il grado della tua letargia eseguendo una serie di esami che permettono di indagare sul sistema nervoso e scoprire le cause della tua stanchezza o debolezza.
Eseguiti gli esami di routine è possibile riparare ai danni ed evitare crisi più profonde.

Come curare la letargia

Nel momento in cui la tua diagnosi è letargia dovrai seguire un percorso specifico al fine di limitare i danni.
Molto dipende dall'imput della malattia, se il fenomeno è il frutto di uno stato mentale alterato dal fenomeno della depressione dovrai assumere degli antidepressivi e cercare di svagarti il più possibile, naturalmente gli antidepressivi vanno presi solo dietro prescrizione medica nelle modalità indicate dal tuo terapeuta.
Se la tua letargia non è patologica ma fisiologica, dovuto ad una situazione di affaticamento transitoria sarà necessario che tu tenga determinati accorgimenti.
In primo luogo è importante che tu elimini le tue fonti di stress almeno cerchi di affrontare ciò che ti causa stress con un atteggiamento più sano e tranquillo, in modo da allentare il senso di affaticamento derivante dai problemi.
Importante è che tu assuma molti liquidi, no bibite gasate o alcool, ma esclusivamente acque, bibite energetiche o tisane che possano liberare il corpo dalle scorie.
Altresì, è rilevante l'alimentazione, dovrai seguire dieta equilibrata fatta di cibi sani e non eccessivamente tossici o grassi.
I cibi pesanti possono favorire il senso di affaticamento e sonnolenza oltre che specifiche patologie.
Infine, un buon consiglio per curare la letargia è riposare, dormire, ma dormire in modo sano ovvero cercare di recuperare le energie e riposare il giusto quantitativo di ore necessarie per rsitabilire gli equilibri psico-fisici.