"Loading..."

Alimentazione durante la quarantena

Alimentazione durante la quarantena

In quarantena, sono in molti a scoprire la passione per i fornelli, complice anche il tempo che sembra progredire lentamente. Molto apprezzati gli snack salati, i dolci e le bibite gassate con grande disappunto della bilancia e del benessere generale dell'organismo.

Un'alimentazione corretta ti permette non solo di controllare il peso, evitando di accumulare chili di troppo nei punti più critici (pancia, cosce e fianchi), ma soprattutto di fortificare il tuo sistema immunitario. Ecco qualche utile suggerimento dalla tua farmacia di fiducia.

Vitamine idrosolubili e liposolubili per affrontare la quarantena in serenità

Le cellule del sistema immunitario hanno l'arduo compito di difendere l'organismo dagli agenti patogeni. Un corpo già infetto deve tuttavia essere in grado di poter offrire una buona risposta ed è proprio in questa fase che il microbiota intestinale gioca un ruolo rilevante.

È ormai noto come il 70% delle difese immunitarie siano collegate al benessere dell’intestino, pertanto è necessario potenziarne gli effetti con una dieta sana, varia e a base soprattutto di vitamine idrosolubili, liposolubili e di vitamina D.

Agrumi, kiwi ed ortaggi, ad esempio, sono ricchissimi di vitamina C; mentre legumi, asparagi, spinaci, carciofi e frutta (in particolare arance e kiwi) sono un concentrato di acido folico. Per evitare che quest'ultimo possa disperdersi in cottura, prova la tecnica a vapore oppure ove possibile cerca di consumare gli alimenti a crudo.

Importantissime anche la vitamina E (presente nella frutta secca) e la vitamina A contenuta in cibi di origine animale e vegetale, soprattutto nei cosiddetti carotenoidi, ortaggi e frutta di colore arancione (carote, albicocche, zucca), ma anche negli spinaci, nei cavoli e nei broccoli.

La vitamina D può essere considerata l’artefice principale della regolazione delle cellule immunitarie. Viene assimilata solo per il 10% dal tuo organismo attraverso l'alimentazione, mentre per il restante 90% viene prodotta esponendo il corpo ai raggi solari (basta anche solo un quarto d'ora al giorno per ricaricare il fisico).

Alimenti ricchi di vitamina D: i consigli dalla tua farmacia

La vitamina D contribuisce ad aumentare la produzione di sostanze antivirali endogene, a ridurre la produzione di molecole pro infiammatorie e a potenziare la barriera intestinale.

È contenuta principalmente nell'olio di merluzzo, nelle uova, nel pesce soprattutto quello grasso come tonno (anche sott'olio), aringa, salmone e pesce spada. La si trova anche in alcuni formaggi come l'Emmenthal o il parmigiano reggiano nonché nei funghi, ricchi peraltro di zinco, un minerale capace di stimolare i linfociti T, utili per la difesa primaria contro i virus.

Per difenderti e soprattutto recuperare le forze in quarantena è importante creare un menù vario che, settimanalmente, comprenda tutti i nutrienti e gli alimenti sopracitati. Peraltro, ricorda che frutta fresca e ortaggi in quantità, legumi, frutta secca ma anche cereali integrali sono alla base della dieta mediterranea, quindi non stai introducendo nulla di nuovo nella tua routine quotidiana.

Gioca molto con le spezie, ma soprattutto arricchisci di sapore i tuoi piatti con le erbe aromatiche i cui oli essenziali hanno ben note proprietà antibatteriche, antimicotiche e persino antivirali.

Porta in tavola tutto ciò che può promuovere la buona salute tua e dei tuoi commensali. Ne troverà giovamento l'organismo e l'intero sistema immunitario. E se hai qualche carenza vitaminica, chiedi al tuo farmacista l'integratore più adatto alle tue esigenze, scegliendo tra bustine, capsule o compresse.