"Loading..."

Il modo migliore per stimolare le difese immunitarie con: integratori, vitamine, dieta

Il modo migliore per stimolare le difese immunitarie con: integratori, vitamine, dieta

È scientificamente provato che lo stress cronico o acuto, l'insonnia, l'assunzione di alcuni farmaci e un'alimentazione non adeguata influiscono negativamente sulle difese immunitarie, esponendo l'organismo a patologie di vario tipo e a infezioni. Optare per uno stile di vita sano è il modo migliore per stimolare le difese immunitarie: integratori, vitamine e dieta sono i migliori alleati della salute.

Il legame intrinseco tra dieta e sistema immunitario

La corretta nutrizione svolge un ruolo essenziale nello sviluppo del sistema immunitario, utile per prevenire e contrastare la comparsa di malattie infettive e dell'immunodepressione. Per stimolare le difese naturali prediligi cibi ricchi di antiossidanti. Tali molecole contribuiscono a rallentare lo stress ossidativo e a proteggere l'organismo dall'attacco degli agenti nocivi.

Sono presenti in molte verdure come gli asparagi, gli spinaci, i broccoli, le carote, i funghi, i cavoli verdi, i peperoni, i pomodori maturi, la rucola, la zucca e il prezzemolo, nella frutta fresca (mele, albicocche, avocado, pesche, uva, agrumi e kiwi) ma anche nelle nocciole, nelle arachidi, nelle mandorle, nel pesce azzurro, nel fegato, nei gamberi, nei formaggi freschi, nel tuorlo dell'uovo e in alcune spezie quali erba cipollina, timo e coriandolo.

La combinazione di frutta e verdura di stagione nella quantità di 3-5 porzioni al giorno aiuterà a mantenere alte le tue difese immunitarie, a beneficio anche della pelle e della salute degli organi interni.

Vitamine: le migliori alleate del sistema immunitario

Una carenza vitaminica riduce l'efficienza del sistema immunitario. Una quantità insufficiente di vitamina D3 in un soggetto adulto, ad esempio, rende l'organismo maggiormente suscettibile alle infezioni. Gli alimenti forniscono solo il 20% del fabbisogno giornaliero, il resto è prodotto dall’esposizione solare nelle ore più calde grazie ai raggi UVB utili a questo scopo.

Le vitamine B6 e B12 sono le principali responsabili del supporto immunitario. Sono contenute nei cereali e nelle farine integrali, nell'avocado, negli spinaci, nei broccoli, nella frutta secca, nelle uova, nel latte e nei formaggi, nei pesci grassi e nei frutti di mare.

La vitamina C, oltre ad essere un potente antinfiammatorio naturale, contribuisce ad aumentare le difese immunitarie. Per una risposta adeguata contro gli agenti patogeni, è necessario assumerne da un minimo di 200 mg al giorno, fino ad un massimo di 500 mg 2 volte al dì per via orale (quantitativi riconosciuti ed approvati dall'EFSA, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare).

Integratori alimentari in farmacia: quando è il caso di assumerli

Dieta e sistema immunitario vanno di pari passo. Una buona alimentazione associata ad un corretto stile di vita sono la chiave per contrastare lo stress ossidativo e l'azione dannosa degli agenti patogeni. Una possibile carenza vitaminica e di sali minerali (zinco, calcio, selenio e ferro) va ridimensionata attraverso l'uso di integratori finalizzati all’immunostimolazione.

Disponibili in farmacia sotto forma di bustine, compresse, capsule oppure fiale, sono un modo semplice e comodo per garantire che i bisogni nutrizionali vengano adeguatamente soddisfatti. Tuttavia, gli integratori devono essere prescritti da personale medico, dietro una reale necessità espressa da analisi e test specifici. Peraltro, va evidenziato, che un supplemento alimentare non può in alcun modo compensare uno squilibrio nutrizionale di base.

Se il medico suggerisce di integrare la dieta con dei prodotti specifici, ricorda di non superare mai le dosi raccomandate e di utilizzarli secondo la posologia indicata, in quanto potrebbero avere serie ripercussioni sulla tua salute e il benessere.